Smart, sostenibile e sicuro: il futuro dei centri storici

Giovedì 18 Ottobre, Ore 14.30 - 18.00


In collaborazione con

alt

L' ENEA fa suoi i principi della strategia europea per il 2020 relativamente ad una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva e li declina nell’ambito delle tecnologie applicate al patrimonio culturale proponendo in questo workshop alcuni esempi di recenti ricerche ed interventi.

Il workshop è articolato in tre sezioni: la prima relativa ad applicazione di tecnologie smart, la seconda centrata sulla sostenibilità degli interventi e la terza su un tema attuale quale quello della sicurezza del patrimonio culturale.  Ogni sezione vedrà la partecipazione di ricercatori ENEA e di esperti del settore.

La tavola rotonda aprirà nuove prospettive e riassumerà i temi trattati, concludendo l’evento.

Apre
Giovanni Lelli, Commissario ENEA

Coordina
Carmine Marinucci, Coordinatore Tavolo di Concertazione MiUR-MiBAC

Prima Parte: Smart
Fruizione conservativa: il laser scanner 3D a colorimetria remota (RGB-ITR)
Massimo Francucci, ENEA
Prove di smart cities a l’Aquila
Claudia Meloni, ENEA
Ricostruire il capitale sociale all' Aquila
Franco Orsucci, University College of London

Seconda parte: Sostenibile

Costanza Pierdominici, Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici per il Comune di Roma
Riqualificazione energetica di edifici storici
Stella Styliani Fanou, ENEA
Le forme delle città e l’autosufficienza energetica
Alessandra Scognamiglio, ENEA
Fotovoltaico e contesto architettonico: un binomio sostenibile
Tommaso Lascaro, AD Punto Fotovoltaico

Terza parte: Sicuro
La sicurezza sismica degli edifici storici e monumentali
Giovanni Bongiovanni, ENEA
Basamenti antisismici in marmo per le grandi statue: i bronzi di Riace a Reggio Calabria, l’annunciazione del Mochi e il S. Michele Arcangelo ad Orvieto
Gerardo De Canio, ENEA
Il San Michele Arcangelo del Duomo di Orvieto: metodologie di restauro e criteri di musealizzazione
Fabio De Chirico
, Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria
Recupero, conservazione e prevenzione. Il caso del complesso scultoreo del Duomo di Orvieto
Alessandra Cannistrà, Curatore del Museo dell’Opera del Duomo di Orvieto

Dibattito


Iscriviti
 Torna al programma generale
 

Mappa del sito

Cerca nel sito

LUBEC è un evento di